Produciamo lenti a contatto in modo artigianale, ecco i materiali utilizzati e come le modalità di realizzazione.

Quando parliamo di lente a contatto non rivolgiamo la dovuta attenzione a come essa viene costruita.

La produzione di lenti a contatto può essere divisa principalmente in sistemi di stampaggio per ciò che concerne le lenti morbide disposable (lenti morbide usa e getta giornaliere, settimanali, mensili) e sistemi di tornitura.

La capacità produttiva dei sistemi di stampaggio è impressionante, non richiede molto personale dato che sono sistemi quasi totalmente automatizzati.

I sistemi di tornitura sono utilizzati per la produzione di

I materiali utilizzati per la produzione di lenti a contatto artigianali

tutti i tipi di lenti a contatto, morbide e rigide gas permeabili e permettono di generare superfici di ogni genere ( sferiche, asferiche, toriche), tagliando una lente alla volta.

Questo tipo di lavorazione è quindi più lento, più costoso e richiede più personale.

Vi sono vari tipi di torni, dai più sofisticati ad aria compressa a quelli più semplici a cuscinetti. La differenza sostanziale è nella velocità di costruzione.

Il funzionamento di un tornio moderno avviene tramite un computer collegato al tornio in cui vengono inseriti tutte le geometrie del costruttore. L’operatore inserisce nel computer i dati, applica il bottone (un polimero di plastica del diametro di 12,70 mm) al supporto del mandrino del tornio e avvia la procedura di taglio che avviene per mezzo di un utensile diamantato.

La lavorazione avviene in varie fasi; taglio del diametro e della superficie interna con successiva lucidatura interna; taglio della superficie esterna e lucidatura esterna.

Una volta terminato, a lente viene pulita e confezionata.

Grazie alla moderna topografia corneale e alla grande varietà di geometrie realizzabili é possibile ottenere geometrie altamente personalizzate aumentando le probabilità di successo delle applicazioni.

Materiali per lenti a contatto

I materiali utilizzabili (americani o inglesi) hanno caratteristiche tecniche tali da poter tentare la risoluzione di molte problematiche e patologie oculari.

I polimeri, approvati da FDA e da altri organi competenti dopo accurati studi scientifici, assicurano prodotti dalle assolute performance cliniche.

Questi polimeri permettono la realizzazione di differenti tipologie di lenti a contatto rigide gas permeabili e idrofile (morbide).

Le aziende più conosciute sono:

Boston, Lagado, Paragon, Menicon, BENZ R&D, CONTAMAC, VISTAOPTIC, leaders mondiali del settore e sinonimo di
ricerca e sviluppo.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Facebook